lunedì 29 agosto 2011

FORUM ONLINE

Finalmente è di nuovo disponibile il forum, ho trovato il tempo per recuperare il database e riuppare tutte le preziose info che vi troverete, per accervi clikkate sul link alla vs destra ;) o qui sotto
http://wsi-la-grande-truffa-morale.10041.n6.nabble.com/

è necessario una registrazione velocissima per cominciare a postare, inoltre vi ricordo di leggere attentamente il regolamento.

ATTENZIONE AI MOBILI






4 agosto 2011

"Buongiorno, scrivo in merito alla Wall Street Institute, argomento di
cui ho visto avete già trattato diverse volte.
Volevo porre una questione diversa...
intanto per precisare, io mi trovo nella solita situazione in cui si trovano tutti gli utenti che vi hanno contattato e cioè la scoperta della non possibilità di recesso. Mi chiedevo se però il fatto di non aver fornito nessuna garanzia/garante, potesse cambiare la situazione rispetto agli altri...
Cioè, loro contro di me hanno solo una firma e un conto corrente personale al verde. Nessun garante esterno e nessuna busta paga, io sono disoccupata e avendo 22 anni sono ancora in famiglia, per cui si può dire nullatenente. In cosa andrei incontro se non pagassi nulla, dato che mi devo trasferire e la Wall Street insiste con soluzioni assurde, lavandosene le mani di tutto e tutti?
Grazie mille davvero
Romina, da Mignanego (GE)


Risposta:

la sua situazione non e' diversa dalle altre, se non nel fatto che se dovessero ricorrere al recupero forzato del loro credito, lei sarebbe nullatenente, ma attenzione ai mobili della casa in cui ha la residenza coi suoi genitori, che' potrebbero essere intaccati salvo dimostrazione che non sono anche suoi."

BUGIE SU BUGIE

Lettera
7 marzo 2011 0:00
Gentile Aduc, vi contatto per una consulenza su una questione a voi nota ma diversa dalle altre lettere presenti nel sito.
In data 01/03/2011 ho sottoscritto un contratto per un corso di lingua inglese presso una delle sede del Wall street Institute e una richiesta di finanziamento per acquisto di Beni/servizi(il servizio finanziato è il corso, con 26 rate da 149 euro). Non ho corrisposto alla scuola alcuna somma relativa l'iscrizione.
All'atto della firma dei contratti, ho ripetutamente chiesto della possibilità di recesso, che mi è stata a voce garantita come mio diritto. Sul contratto firmato con la scuola, alla condizione particolare "facoltà di recesso" è indicato: "nel caso in cui il presente contratto è sottoscritto in un luogo diverso da un centro Wall street institute, ai sensi del degli art. 45, 47 e 64 del D.Lgvo6.9.2005 n.206 il cliente ha facoltà di recedere dal presente
contratto senza alcuna penalità, senza necessità di indicazione dei motivi". Il contratto con la finanziaria, invece, manca di numero di pratica.
Per svariati motivi, tra cui la pessima reputazione dell'istituto, ho deciso di esercitare questo diritto. Ho contattato telefonicamente lo stesso consulente con cui ho stipulato il contratto e l'ho informato della mia volontà di esercitare il diritto di recesso: mi è stata confermata la possibilità di esercitarlo senza pagamento di alcuna penale. Inoltre, il consulente, rivolgendosi alla direttrice dell'istituto, le ha chiesto della possibilità di propormi una nuova offerta (più vantaggiosa e meno vincolante) e ha affermato che la finanziaria non ha accettato il mio contratto. Mi ha anche invitato
nuovamente a recarmi in sede per "risparmiare i soldi della raccomandata" e annullare davanti a miei occhi il contratto.
Il giorno 03/02 ho comunque inviato raccomandata con ricevuta di ritorno sia alla scuola sia alla finanziaria, a cui ho spedito copia del contratto da me firmato.
Vi chiedo: il fatto di aver firmato all'interno di una sede dell'istituto, può non far valere l'esercizio del diritto di recesso, benché tale diritto sia stato più volte garantito dal consulente stesso? Inoltre,la mancanza di un numero di pratica sul contratto della finanziaria, di cui ho copia, ne annulla il valore? Infine, posso considerarmi libera da ogni vincolo contrattuale all'arrivo della ricevuta di ritorno della raccomandata o devo aspettare
comunicazione scritta?
Vi ringrazio per la consulenza,
Sabrina, da Bari

Risposta:
il diritto di recesso non e' previsto -salva diversa menzione in contratto- per gli acquisti effettuati presso la sede del venditore, come nel suo caso. Quanto dettole a voce, se supportato da una qualche testimonianza, potrebbe servirle (anche per minacciare di denuncia per truffa chi le ha garantito cio' che non esisteva).