sabato 29 maggio 2010

IL MIO PAESE SE NE FREGA




In data 31/03/09 sottoscrivevo con il WALL STREET INSTITUTE di Milano la fornitura di un corso di lingua inglese della durata di mesi 12+2 finanziato dalla CONSUMI.it - Gruppomontepaschi- Casella Postale n.19- 50041 Calenzano (FI). In data 13/05/09, a causa della mancata prestazione dei servizi promessi dal WSI, comunicavo con lettera A/R alla CONSUMI it, che avendo pagato in data 3/05/2009 la prima rata del finanziamento (Euro 152) comprese le spese di istruzione del contatto (Euro 14,62) pari al totale di Euro 166,62, sospendevo i pagamenti successivi sino a che la WSI non avesse ottemperato ai propri obblighi contrattuali. Con raccomandata A/R del 10 /06/2009 comunicavo al WSI la mia decisione di richiesta di recesso, qualora non si addivenisse a garantirmi la fornitura dei servizi contrattuali, e trasmettevo di ritorno tutta la documentazione ricevuta. Con A/R del 10 giugno 2009 la CONSUMI.it inviata al WSI con copia allo scrivente la CONSUMI it richiedeva al WSI documentazione a giustifica di quanto da me lamentato. A questa lettera non v'è stata alcun riscontro da parte del WSI. Solo in data 28 luglio 2009 il WS dava
riscontro alla mia del 10/06/2009 dicendosi disponibili ad un incontro per discutere la soluzione di quanto da me lamentato. Poichè un precedente incontro confermato e fissato dal WSI nella persona della sigra Giannetti era stato dalla stessa non rispettato, con mia raccomandata del 31 luglio 2009, in risposta alla sopra citata A/R del WSI, rispondevo che causa la perdita di qualsiasi forma di considerazione di validità professionale nei confronti del WSI,non era mia intenzione di accettare proposte di incontro a sanatoria, e
pertanto rinnovavo la richiesta di bonaria recessione consensuale del contratto da me sottoscritto. A QUESTA RACCOMANDATA AD OGGI NON HO AVUTO ALCUN RISCONTRO.
La lettera raccomandata A/R del 18 gennaio 2010 che allego alla presente nota, inviata alla RECREFIN SERVICE - ROMA, per conto della CONSUMI it, riassume nei dettagli la vicenda e da notizie delle diverse comunicazioni scambiate al riguardo.
Poichè è mia intenzione non provvedere ad alcun pagamento per dei SERVIZI NON
PRESTATI alla CONSUMI it, vi sarei grato di darmi istruzione di come comportarmi a difesa di miei diritti.
Molto cordialmente e grazie.
Giannantonio, da Milano (MI)

Risposta:
condividiamo il contegno da lei tenuto recedendo dal contratto col WSI e il contenuto della lettera che ha inviato al finanziatore. Aggiungiamo, se può servire, che l'art. 125 c. 4 del Testo Unico Bancario prevede che se vi è un accordo di esclusiva per la concessione di credito tra finanziatore e fornitore, nel caso di inadempimento di quest'ultimo, il consumatore che abbia effettuato inutilmente la costituzione in mora ha diritto di agire contro il finanziatore nei limiti del credito concesso.

mercoledì 14 aprile 2010

FORUM DI NUOVO OPERATIVO

Ciao a tutti quanti, il forum è di nuovo online dopo manutenzione straordinaria, purtroppo in questo periodo causa lavoro e molteplici impegni non posso star più dietro alle vicende che riguardano Wall Street Institute, vedo che la diatriba cmq continua e che voi nonostante tutto siete sempre più consapevoli e informati, come direbbe il beppe nazionale "cittadini con l'elmetto" non siamo qui per fare processi a nessuno ma solamente per giudicare un prodotto con le nostre idee e con le nostre critiche, quello che non capisco è il perchè nonostante tutto piovono ancora lettere e lettere di gente che si sente ingannata o delusa... oppure vuol recedere dal contratto... attendiamo fiduciosi che un giorno tutto possa cambiare!

venerdì 26 marzo 2010

TO BE CONTINUED...


Salve, sono una ragazza di 24 anni.
Nel 2007 ho sottoscritto un modulo di partecipazione per frequentare un corso di inglese presso Wall Street Institute, ma purtroppo senza esserne a conoscenza ho firmato anche una richiesta di finanziamento con la Citifin. Nonostante aver disdetto in tempo il "contratto" e non aver versato la tassa di iscrizione quindi non aver più frequentato tale corso, Wall Street ha subito incassato i soldi dalla finanziaria che ora così continua sempre a telefonare intimandomi il pagamento, nonostante la mia lettera che specificava il fatto di non aver mai firmato alcun finanziamento. In realtà nel modulo da me firmato sul corso Wall street era menzionata la Citifin come "soldi da versare alla Citifin", ma alla mia domanda su cosa fosse, l'addetta alla ricezione clienti mi ha "imbrogliato" dicendo che si trattava soltanto di pratiche interne loro in cui i soldi da me versati sarebbero finiti a questa finanziaria, senza invece descrivermi la reale situazione di sottoscrizione di un finanziamento!!.. Oggi la Citifin mi ha nuovamente contattata per l'offerta finale di pagamento di 447 euro a fronte di un importo di 1780 euro e la cancellazione immediata dalla blacklist in cui risulto iscritta da 3 anni fino a 5 anni totali, dopo di che il mio debito passerà ad un'altra agenzia di Recupero Crediti e quindi l'importo salirà e sarò iscritta ancora per ulteriori 5 anni alla blacklist, e così via... Mi è stato consigliato di rivolgermi ad un giudice di pace per una denuncia contro Wall street, ma di pagar prima la Citifin che comunque, proprio per la presenza della mia firma non è "colpevole" della vicenda. A mio avviso ritengo invece, anche se dopo 3 anni, di sporgere denuncia a Wall Street, ma di non pagare Citifin, poiché dovrebbe essere la stessa Wall Street a ridarle i soldi indietro dal momento che non ho più frequentato il corso!!
Gentilmente Volevo conoscere il Vostro parere in merito. Grazie per l'attenzione prestatami, cordiali saluti

to be continued...

domenica 14 marzo 2010

QUANDO SI PUO' RECEDERE


Gentile ADUC, mi rivolgo a voi per chiedere un consulto. Ho letto altri consulti in merito al tema ma la mia situazione è leggermente diversa. E nell'essere un po' diversa spero possa risolversi. Sabato 7/11/2009 ho stipulato un contratto per un corso di inglese presso la sede di Wall Street Institute di Ostia (Roma) in Via Aristide Carabelli (via diversa diversa dalle sede di Ostia indicata sul contratto che è Via dei Velieri; ma sul contratto ove vi è tale indicazione c'è una barratura), insieme al quale ho anche sottoscritto una contratto di credito al consumo. Tuttavia a poche ore dalla sottoscrizione mi sono resa conto di voler (ma non so se posso esercitarlo) esercitare il diritto di recesso perché impossibilitata a poterlo sostenere finanziariamente.
La mia situazione sul contratto di finanziamento è la seguente:
-ho stipulato il contratto di finanziamento chiedendo pagamento con RID ma poiché non avevo con me l'IBAN questo non è stato indicato sul contratto(mi dovrebbero chiamare i consulenti della Wall Strett lunedì per saperlo e per così completare il contratto)
- io ho firmato il contratto in tutte le sue parti
- sul contratto non c'è ne luogo, ne data
- L'INIZIO DEL PAGAMENTO è A PARTIRE DAL 03/01/2010
-ho stipulato il contratto in una sede di Wall street insitute e non nella sede della Consel spa (la società che mi dovrebbe concedere il finanziamento)
- nel contratto c'è una parte in cui vi è scritto "Fascicolo informativo delle coperture assicurative facoltative. Polizza Collettive n.G630 e T94/59/837347 (Mod. TCO 07/09-Luglio 2009)". Il presente fascicolo comprende: nota informativa, glossario e condizioni di assicurazione. Tra queste ultime all'art 4. c' è il diritto di recesso: "L'aderente può recedere dalle polizze entro 30 giorni dalla dati di decorrenza, dandone comunicazione alla contraente a mezzo di lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. Il recesso del contratto determina la cessazione delle coperture assicurative, dalle ore 24.00 del giorno di spedizione della raccomandata e la restituzione al cliente, per il tramite del contraente, del premio versato al netto delle imposte."
La mia situazione sul contratto tra me e la Wall Strett Institute è il seguente:
-non ho ancora iniziato il corso, la mia 1°lez. dovrebbe essere il 12/11
-il contratto è firmato in tutte le sue parti con indicazione di data
-nel contratto vi è la seguente clausola: FACOLTA' DI RECESSO. Ferme restando le disposizioni di legge in tema di recesso, nel caso in cui il cliente sia un consumatore (ex art. 3 lett A D.Lgs. 206/2005) che abbia concluso il presente contratto in luogo diverso da un Centro "Wall strett Institute", gli è riconosciuta la facoltà di recesso ai sensi dell'art. 64 del D.Lgs. 2.206 del 6.09.2005, con l'integrale rimborso dell'importo del Corso eventualmte già pagato.
- non ho pagato nulla ancora ne' alla Wall street institute, ne alla finanziaria.
E' possibile recedere da entrambe i contratti alla luce di quanto indicatovi? Grazie
Michela, da Roma (RM)

Risposta:
si', proceda immediatamente per raccomandata ar inoltrata ad entrambe le societa'